domenica, gennaio 31, 2010

SFIGA'

E' un periodo che sono tendenzialmente triste e malinconica.
A differenza di mia sorella, che non è buona a trovarsi un uomo, ma è circondata da amici e amiche che sbucano come funghi, io a parte Luca non ho nessuno! Meno male che lavoro e quindi interegisco con i miei colleghi, ma al di fuori del lavoro non vedo nessuno: non ho amicizie qui! Avete visto "I love you, man?" Il protagonista non aveva problemi a trovare una fidanzata, ma non aveva nessun amico maschio, e passava tutto il film alla ricerca di un migliore amico che gli facesse da testimone di nozze. Mi sento un po' così anch'io (la testimone però ce l'ho di già), e se ci pensate è molto triste...

In realtà non ho mai avute molte amicizie; i mei amici sono sempre stati i miei compagni di classe: finita la scuola, venendo meno la frequentazione coatta quotidiana, li ho sempre persi di vista (anche se magari per tre anni avevamo passato assieme tutti i sabati pomeriggio), anche perchè Milano è una città molto dispersiva. E così eccomi qua, con un numero di amici che si può contare sulle dita di una mano e che vivono da tutt'altra parte, per cui incontrarsi richiede sforzi organizzativi e logistici non indifferenti, anche perchè io sono una sfigata che non è capace di affrontare in macchina tragitti superiori ai 40 km e che prevedano l'uso dell'autostrada.

Forse dovrei iscrivermi a qualche corso, o a qualche associazione di volontariato. Forse dovrei farmi meno problemi a chiedere alle persone di uscire qualche volte, ma mi sembra che tutti abbiamo vita intensissime, e non mi piace sentirmi dire "No,mi spiace, non posso, ho già un altro impegno", perchè mi fa sentire ancora più sfigata!

BlogItemCommentsEnabled>

16 Commenti:

Ma l'hai scritto tu o l'ho scritto io questo post? :) E' esattamente quello che provo io... con la differenza che non ho più nemmeno la distrazione dei colleghi perché diventare mamma è voluto dire licenziamento...Vorrei tanto trasferire quello che ho a Firenze qui a Torino, ma è un sogno impossibile!

Di Blogger Lila, alle 4:43 PM  

Beh, ma almeno tu a Firenze hai tante amiche/cugine/ecc! Ma non si socializza con le altre mamme tipo al parco o al nido di Ale?

Di Blogger facciadicastagna, alle 5:31 PM  

Tanti cugini si ma quello perché mia mamma ha quattro fratelli per il resto.. due, tre amiche!
Le altre mamme hanno circa una diecina di anni più di me e poi io sono molto timida... le vedo sempre indaffaratissime, lontane da me, non so come spiegare...

Di Blogger Lila, alle 6:16 PM  

No, no, ti capisco. Mamme o non mamme le altre le percepiamo sempre in quel modo lì, come dici tu!

Di Blogger facciadicastagna, alle 6:33 PM  

io non mi sono trasferita eppure non ho tante amiche pure io. a parte la brooke. la psycho e poche altre che vedo ogni tanto. penso che alla nostra età sia piuttosto normale. sempre che una non sia single come tua sorella che per forza deve avere altri giri. forse gli uomini lontani dagli amici d'infanzia fanno meno fatica a socializzare. almeno fmike in romagna ormai è più integrato di me tra uscite con i colleghi e gli amici con interessi comuni.
quando sono andata in palestra quelle tre o quattro volte a fare bollywood dance (che vergogna) c'erano un paio di ragazze che volevano fare amicizia. ma io pigra come sono ho anche smesso di andarci. tu che sei più determinata a fare esercizio magari troveresti amicizie anche lì. alla fine gli amici veri si contano sempre sulle dita di una mano. però almeno potresti trovare qualcuno con cui uscire ogni tanto.
per il resto ci siamo pur noi! :)

Di Anonymous billig, alle 9:56 PM  

In un certo senso sono messa peggio di te e di Lila: potrei aver scritto questo post, sono qualche anno piu' vecchia di te (non tanto pero') e sono single!

Chiara

Di Anonymous Anonimo, alle 11:40 PM  

Hey, ti capisco. Anch'io ho pochissimi amici e tutte le mie energie le investo nel faticoso tentativo di mantenere le poche amicizie ho, soprattutto se giappe. Ci si perde sempre un po' di vista. Se Milano è dispersiva, Tokyo è pure peggio.
Mi sono detto che dovrei fregarmene e che so... leggere i russi e magari imparare bene il giapponese, ma sono troppo pigro e rimando sempre.
È da un po' che mi solletica l'idea di fare volontariato e, pensa la sfiga, ho scritto un'oretta fa un'email ad un'associazione culturale nella mia zona proponendomi come volontario. Dopo cinque minurti è tornata indietro: non esiste più!
Domani inizio con Delitto e Castigo.

Di Blogger baroccogiapponese, alle 7:05 AM  

Io ho decisamente pochi amici ora, quelli veri direi 3 finchè anch'essi non dimostreranno il contrario (spero di no). Forse faccio troppa selezione visto le pessime esperienze passate o forse sono troppo sfigato di mio, sta di fatto che finchè si dimostreranno leali ed onesti, mi butterei in un burrone per loro.

La mia dolce metà mi ha tradito, senza un perchè, senza pensarci, e proprio quando immaginavo il futuro insieme a lei. Ora potrei fare tutta la vita a macinare km per ritrovarla, ma lei non si farebbe mai agguantare.

Per arrivare alla sostanza: se senti che le tue amiche sono raggiungibili solo percorrendo 80km con la macchina, allora monta su e parti. Lo apprezzeranno! Lo apprezzerai! E' fattibile, non aver paura, poi il fidanzato ce l'hai, quindi non potresti chiedere nulla di più dalla vita. E' più facile di quanto pensi. E nuove conoscenze nelle tue vicinanze salteranno fuori, magari si trasformeranno in amicizie.

MM

Di Anonymous Anonimo, alle 6:04 PM  

eliiiiiiiiiiii!
non farti prendere dalla depressione... sabato ci si vede!

Di Blogger laSimo, alle 6:22 PM  

Per sapere quant'è dolce il miele lo devi assaggiare prima...non farti troppe domande...tira su il telefono e chiama tutta la rubrica e se oggi nessuno ti risponde, lo faranno domani.
;-)

Di Blogger Cristian Bolis | Mr Mood |, alle 2:03 PM  

Mi unisco al coro di chi ha pochissimi amici e ne vorrebbe di più. E non ho la "scusa" del trasferimento.
Essere mamma ha portato tante amiche "a distanza" conosciute grazie al web e che ora frequento anche off-line. Anche io come Lila sono troppo giovane rispetto alle altre mamme del nido e della materna per riuscire a legare davvero. Tra queste ho fatto amicizia con una sola e ha 40 anni (io ne compirò 30 a fine maggio)

Irene

Di Anonymous Anonimo, alle 9:43 PM  

Meno male che ho il blog e tanti lettori che condividono quello che dico! E mal che vada leggerò anch'io Delitto e Castigo

Di Blogger facciadicastagna, alle 10:39 PM  

stesso problema col trasferimento a Verona, ma da quando sono mamma ho conosciuto al parco altre mamme, che spero di poterle chiamare amiche col tempo.

Di Blogger sakscia, alle 7:10 PM  

A dire il vero pensandoci è una cosa che lamentano praticamente tutte le donne che conosco, da mia sorella a mia madre per finire con mia nonna. Per questo secondo me non dovresti farti nessun problema a buttarti e chiedere alle tue amiche/conoscenti di uscire, bene o male siamo tutte sulla stessa barca e anche chi ha i propri giri cambia aria volentieri una sera ogni tanto :) E sennò, non so, iscriviti ad un corso di giapponese al passepartout (non costa nemmeno tanto e l'anno scorso se non ricordo male erano tutte ragazze giovani), o ad uno di questi http://joybox.it/mrcontent/index.php/it/pages/laboratori-e-corsi-1.

Di Blogger aloneinkyoto, alle 10:54 AM  

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

Di Blogger aloneinkyoto, alle 10:54 AM  

Ma tata mi dispiace che ti senti così, se solo abitassimo più vicini... Intanto facciamo un rito perché la prossima volta che ci dobbiamo vedere non ci siano più cataclismi! :D

Di Blogger Jadran, alle 12:04 PM  

Posta un commento